Finn Express 74 Eco-power

La motorizzazione elettrica può essere applicata non solo alle automobili, ma anche ad altri tipi di veicolo. Ad esempio ai natanti, risparmiando così all'ambiente non solo le emissioni di anidride carbonica, ma anche perdite d'olio e di carburante che possono minacciare l'ambiente acquatico.

Conversione

Motore elettrico

Il Finn Express 74 è una barca a vela cabinata da 7.40 metri con 4 posti letto costruita negli anni '80. Quando siamo venuti in possesso di un esemplare, abbiamo purtroppo constatato che il motore orginale (un Volvo Penta MB2A-50S) aveva la testata danneggiata e perdeva olio nell'acqua. Quale occasione migliore per convertire la barca ad una motorizzazione elettrica? Al posto del motore originale abbiamo montato un motore elettrico, mantenendo la trasmissione e sostituendo l'elica per compensare le differenze di regime di rotazione e coppia.

Produzione di energia

Pannelli fotovoltaici

Essendo ormeggiata ad una boa, era impensabile allacciare la barca alla rete elettrica per caricare le batterie. Abbiamo perciò optato per montare dei pannelli solari in modo da poterle ricaricare in modo indipendente, anche durante la navigazione. Dato che in una barca a vela si deve inevitabilmente fare il conto con l'ombra dell'albero e delle vele, i pannelli sono stati montati a prua e sono sporgenti fuori bordo. Durante le regate o in caso di cattivo tempo possono essere ripiegati a filo dello scafo per evitare di danneggiarli.

Le prestazioni

Barca a vela

La capacità totale delle batterie è 7 kWh, ciò che permette di navigare per circa due ore alla velocità di 5 nodi, per un'autonomia totale di quasi 20 km. A velocità minore l'autonomia aumenta notevolemente. Per eseguire una ricarica completa tramite i pannelli servono circa 20 ore di sole.
La potenza massima è di 5 kW, quindi equivalente alla motorizzazione originale a benzina. La marcia è silenziosa e il motore si accende subito, senza riempire la cabina di puzza di benzina e gas di scarico, e senza problemi di avviamento anche se la barca rimane ferma per diversi mesi. Si tratta quindi di una soluzione ideale per una barca a vela!

Condividi su:

Webdesign: Alfio Cerini 2019