Tecnologie > Bioetanolo
 

Il bioetanolo è prodotto con la distillazione o la fermentazione di sostanze vegetali, per questo è una risorsa rinnovabile e non contribuisce all'effetto serra. Se viene utilizzato nei motori a benzina, oltre all'azzeramento delle emissioni di CO2, offre anche il notevole vantaggio di ridurre drasticamente le altre sostanze inquinanti altamente tossiche prodotte dai combustibili fossili (benzene, polveri fini,...), perché la sua combustione è molto migliore, e non contiene additivi chimici.

 

Problema etico o soluzione etica?

L'accusa principale che viene mossa al bioetanolo è quella di rubare superfici coltivabili che altrimenti potrebbero venire destinate all'alimentazione. È chiaro che per ovviare a questa minaccia, la produzione di bioetanolo deve venire pianificata in modo sostenibile: non depredando il terzo mondo dalle sue risorse, ma impiantando qui da noi delle centrali. In questo modo si favorirebbero anche la nostra agricoltura e il nostro settore forestale!

Inoltre, producendo il bioetanolo in loco, non saremmo più dipendenti dai paesi produttori di petrolio, non fomenteremmo più le guerre nel mondo, e non contribuiremmo ai disastri ecologici causati dal naufragio delle superpetroliere!

 

La tecnologia

Ci sono due modi di utilizzare il bioetanolo: come additivo per la benzina, o come combustibile a sé stante.

Il bioetanolo E5 è benzina con l'aggiunta di 5% di bioetanolo. Questa miscela può essere utilizzata su qualsiasi veicolo a benzina senza alcuna modifica. L'introduzione dell'E5 è quindi facile da mettere in atto, ma se venisse introdotto a livello generale porterebbe ad una riduzione del 5% delle emissioni di CO2!

Il bioetanolo E85 si compone per l'85% di etanolo e per il 15% di benzina. Per poterlo utilizzare nei normali motori a benzina, servono alcuni piccoli accorgimenti tecnici, perché l'alcool è aggressivo con alcuni materiali, e perché il rapporto di combustione è diverso dalla benzina (serve meno aria).

Il bioetanolo E100 è il più pulito, ma presenta qualche problema in più, specialmente per l'avvio a freddo. Ma non sono certo problemi insolubili: basta inserire un sistema di riscaldamento nei condotti d'aspirazione del motore...

 

I distributori

Attualmente in Svizzera il bioetanolo E85 viene venduto in una trentina di distributori della Agrola. Peccato che la più vicina al Ticino sia a Küssnacht am Rigi...

Il prezzo alla pompa di servizio è di circa 1.20 franchi al litro. Se si considera che il consumo è circa il 15% in più rispetto alla benzina, si arriva già oggi ad un costo inferiore. Inoltre in futuro il bioetanolo diventerà ancora più conveniente, perché verrà tolta la tassa sui combustibili.

Nell'attesa di avere un maggior numero di distributori, sono possibili anche soluzioni fai-da-te, ma purtroppo utilizzare il disinfettante nei motori a scoppio è illegale...

 

I veicoli

Praticamente qualsiasi veicolo a benzina può essere modificato per funzionare a bioetanolo, con oltretutto un aumento di potenza del 15%! Purtroppo queste modifiche sono contrarie alla legge sulla circolazione, e per immatricolare dei veicoli modificati sono necessarie lunghe e costose procedure di omologazione.

Attualmente in Svizzera alcuni veicoli sono già ottenibili di serie con motorizzazione a bioetanolo. Si tratta di Saab, Volvo e Ford. Quasi tutte le più grandi case automobilistiche fabbricano però già da anni motori compatibili con il bioetanolo; peccato che li vendano sono in Brasile...

 

Il caso del Brasile

In Brasile a metà degli anni '70 è stato avviato un programma governativo per promuovere l'alcool come sostituto della benzina. Alla fine degli anni '80 oltre il 90% delle autovetture erano alimentate ad alcool proveniente dalla canna da zucchero! Inoltre in Brasile non ci sono mai stati gravi problemi di incompatibilità tra la produzione agricola per l'alimentazione e quella per i carburanti... almeno fino a qualche anno fa, quando il bioetanolo ha iniziato a venire esportato: a dimostrazione che questa risorsa deve venire gestita in modo sostenibile e a livello regionale.

 

Il nostro impegno

La nostra associazione si sta impegnando a sensibilizzare l'opinione pubblica sull'utilizzo del bioetanolo come carburante, e a cercare una soluzione ai vari problemi tecnici e soprattutto burocratici che ne impediscono una diffusione più ampia.

Per dimostrare che la tecnologia è applicabile su qualsiasi veicolo, abbiamo fatto delle prove su una Volkswagen Golf del 1980: l'abbiamo fatta viaggiare con il 100% di etanolo, producendo anche, come effetto collaterale, un gradevole odore di distilleria... Per i dettagli, clicca qui!

 

 

Le prime prove
La nostra macchina

Curiosità